Zalf tra GVA e Vigonza, Colbrelli stagista al Giro del Veneto

Venerdì 27 Agosto

Il fine settimana attende i colori della Zalf protagonisti: se le prime tre tappe al Giro della Valle d’Aosta hanno registrato le debacle dei ragazzi guidati da Luciano Rui, la seconda parte di giro che entrerà nel vivo quest’oggi con l’arrivo sul forte di Bard si presenta ricca di aspettative per i ragazzi del sodalizio castellano. Due tappe ancora molto impegnative, prima della passerella finale di Ville La Gran: questo il programma che mette appetito ad Andrea Pasqualon, Giorgio Cecchinel, Andrea Vaccher, Nicola Boem e Diego Zanco che sono stati comunque protagonisti inserendosi in tutte le fughe che hanno sin qui ravvivato la cronaca di questo 47° Giro della Valle d’Aosta.

Sarà poiun sabato decisamente impegnativo quello che attende gli zalfini in gara sulle strade padovane: se le giovani ruote veloci saranno agli ordini di Gianni Faresin sul circuito di Vigonza, un debutto davvero emozionante aspetta Sonny Colbrelli. Il bresciano, infatti, debutterà tra i professionisti come stagista al Giro del Veneto con la maglia della Colnago Csf "Sono molto soddisfatto di questa chiamata" spiega il ragazzo di Casto che in questo 2010 ha già collezionato ben quattro successi "Avevo già avuto in passato alcuni contatti con la famiglia Reverberi e finalmente si concretizza questa possibilità. Poter correre tra i professionisti, anche se solo per un giorno, è bellissimo, farlo al Giro del Veneto che arriverà proprio a Castelfranco Veneto, che in questi anni è diventata la mia seconda casa, è una soddisfazione davvero unica."

Un’esperienza, quella che Colbrelli vivrà sabato nella classica di fine agosto, che gli servirà per affrontare al meglio anche il finale di 2010 "La stagione sin qui è andata bene, mi piacerebbe chiudere in bellezza e, magari, riuscire nel mese di settembre a strappare una convocazione al mondiale di Melbourne. Ho visto le caratteristiche del percorso e sulla carta credo che si adatti alla perfezione alle mie caratteristiche; ovvio che per riuscire a convincere il ct Marino Amadori dovrò farmi trovare pronto nelle indicative."

Soddisfazione quella espressa anche da Luciano Rui che, sebbene sabato non potrà essere a bordo strada per applaudire il proprio atleta perchè impegnato al Giro della Valle d’Aosta, ha ribadito una volta di più la propria fiducia nelle qualità del talento del bresciano "Sonny è un atleta completo che in questi due anni passati alla Zalf è maturato in maniera progressiva; questa esperienza tra i professionisti gli darà ulteriori motivazioni per fare bene anche il prossimo anno con la nostra maglia."