Schiavon: Simone Andreetta rompe il ghiaccio!

Sabato 12 Aprile

E' stato il sabato dei "Simone" della Zalf Euromobil Désirée Fior: Simone Andreetta, classe 1993, ha conquistato il primo successo stagionale sul difficile tracciato del Memorial Gerry Gasparotto di Longa di Schiavon (Vi) mentre Simone Velasco, classe 1995, è stato assoluto protagonista dell'internazionale Trofeo Edil C di Collecchio (Pr) al termine del quale è salito sul secondo gradino del podio.

Un successo liberatorio quello conquistato da Simone Andreetta sulle strade vicentine, arrivato al termine dell'ennesima grande prova firmata dai ragazzi diretti da Gianni Faresin: il folto gruppo al via si è selezionato sulle salite del Memorial Gerry Gasparotto e, tra i migliori di giornata, sono rimasti Andrea Garosio, Andrea Toniatti, Giacomo Berlato e Simone Andreetta. Il primo a rompere gli indugi, ai piedi della salita del Palazzotto, è stato Andrea Garosio. Lo scatto del bresciano, che ha costretto gli avversari a spendere energie preziose nell'inseguimento, ha lanciato l'assolo di Andreetta. Il trevigiano ha scollinato con una dozzina di secondi di vantaggio sul resto del gruppo ma ha ampliato il gap negli ultimi chilometri che hanno riportato la carovana sul traguardo di Longa. A regolare il gruppetto degli inseguitori, giunto con 26" di ritardo ci ha pensato poi Andrea Toniatti mentre Giacomo Berlato ha chiuso in quinta posizione e Andrea Garosio è giunto ottavo.

"Sono felice per questa vittoria, ci voleva proprio per spezzare il digiuno" ha esultato dopo il traguardo Simone Andreetta "Voglio ringraziare la squadra per avermi sempre sostenuto in questi mesi e per avermi supportato al meglio anche oggi. Quello che più conta è che oggi, finalmente, in salita ho sentito di stare bene e avevo di nuovo la brillantezza necessaria per fare la differenza. Questa vittoria mi dà morale e fiducia in vista del Giro del Belvedere di lunedì prossimo: sarà quello il mio primo grande obiettivo stagionale".

Soddisfatto per la prova della squadra Gianni Faresin: "Questa corsa non è mai facile da interpretare ma i ragazzi hanno corso con attenzione e il risultato li ha premiati. Andreetta è in crescita da diverse settimane e oggi ha raccolto i primi frutti del lavoro svolto in inverno, spero potranno fare altrettanto anche Berlato, Garosio e Toniatti nelle prossime settimane perchè sono sempre tra i più generosi e hanno dimostrato di avere un'ottima condizione".

Non è stato altrettanto fortunato, invece, Simone Velasco che a Collecchio (Pr) è stato autore di un'altra prova maiuscola: il giovane atleta bolognese, al primo anno nella categoria, dopo il successo centrato due settimane fa alla Bolghera di Trento, ha indovinato la fuga vincente sulle strade dell'internazionale emiliana. Andato all'attacco con altri nove atleti dopo appena trenta chilometri, è rimasto sempre in avanscoperta aggiudicandosi tra l'altro anche la classifica dei gran premi della montagna. Nello sprint a ranghi ristretti che ha deciso le sorti del Trofeo Edil C si è piegato per pochissimi centimetri al più esperto Andrea Vaccher conquistando una seconda piazza di grande valore.

"Quando siamo andati in fuga pensavo di poter essere di appoggio per i miei compagni di squadra nel finale di gara" ha spiegato Simone Velasco dopo il traguardo "Poi con il passare dei chilometri quando ho capito che il gruppo non ci avrebbe più ripresi ho iniziato a crederci e alla fine questo secondo posto mi va un pò stretto. Merito a Vaccher che è stato più veloce di me, io ho dato il massimo, meglio di così non potevo proprio fare".

Entusiasta della prova del giovane Velasco, anche il ds Alessandro Bertolini: "Per me Simone è il vincitore morale di questa corsa" ha aggiunto l'ex prof trentino complimentandosi con il giovane talento di casa Zalf "Vedere un ragazzo così giovane lottare alla pari con atleti molto più esperti di lui è stato davvero bello. Simone oggi ha dimostrato di avere già le carte in regola per essere competitivo anche in campo internazionale".

Con un primo ed un secondo posto già all'attivo, il team manager Luciano Rui è già pronto a voltare pagina: "Domani saremo alla Vicenza-Bionde con Nicolas Marini per provare a ri-conquistare un'altra classica che ci manca da alcuni anni. Poi martedì correremo a Mercatale per preparare nel migliore dei modi i tanti appuntamenti in programma nel fine settimana di Pasqua".