San Donà: la Zalf fa 31 con Cavasin!

Domenica 15 Giugno

A fare trenta ci aveva pensato venerdì, in notturna, Eugert Zhupa, ma la Zalf Euromobil Désirée Fior non ha certo intenzione di fermarsi a questo primo importante traguardo stagionale e lo ha dimostrato quest'oggi, di nuovo sul traguardo di San Donà di Piave (Ve) con un'altra impressionante prova di forza.

I ragazzi diretti da Luciano Rui hanno controllato il Giro dei Tre Ponti sin dai primi chilometri inserendo ben tre pedine nella fuga che ha caratterizzato la classica veneziana: quando mancavano ancora 110 chilometri al traguardo, tra i dieci attaccanti di giornata, infatti, figuravano Simone Velasco, Seid Lizde e Daniele Cavasin. Quest'ultimo, in uno dei tanti tratti di sterrato inseriti nel programma di gara, è rimasto vittima di una foratura ed è stato costretto a rientrare in gruppo. Con il passare dei chilometri il drappello dei battistrada, comprendente Velasco e Lizde, si è assottigliato ulteriormente e il plotone inseguitore ha iniziato a far sentire il proprio fiato sul collo degli attaccanti. Nonostante un'altra foratura capitatagli a 25 chilometri dal traguardo, Cavasin è riuscito a rimanere nella pancia del gruppo che è tornato compatto quando ormai era in vista il triangolo rosso dell'ultimo chilometro.

Sul rettifilo d'arrivo di San Donà di Piave (Ve) è stata dunque volata con Daniele Cavasin che ha affrontato davanti a tutti l'ormai famosa "curva Cipollini" e ha mantenuto la testa sin sulla fettuccia d'arrivo dove ha preceduto l'australiano Caleb Ewan e Davide Gomirato.

"E' una gioia indescrivibile, questo è un momento davvero speciale per me" ha commentato dopo il traguardo Daniele Cavasin festeggiato dai compagni di squadra "Oggi avrei voluto che vincesse Davide Gomirato perchè correva sulle strade di casa ma quando sono uscito dall'ultima curva e ho visto che tra noi c'era Ewan, non c'è stato il tempo di pensare, ho chiuso gli occhi e ho dato tutto. Sono certo che ci saranno altre occasioni per sdebitarmi con Davide e con il resto della squadra che anche oggi è stata impeccabile".

Per Daniele Cavasin si tratta della quinta affermazione stagionale, la quarta negli ultimi venti giorni festeggiata sul podio anche da patron Gaspare Lucchetta e da Egidio Fior.