Capodarco: un altro argento per Moscon

Sabato 16 Agosto

E' un'altra medaglia d'argento quella indossata sul podio da Gianni Moscon: il trentino, classe 1994, ha conquistato quest'oggi un buon secondo posto sul traguardo del Gran Premio Capodarco andato in scena sul tradizionale e selettivo tracciato di Capodarco di Fermo (Fm).

Una Zalf Euromobil Désirée Fior protagonista e coraggiosa, quella diretta dal ds Gianni Faresin sulle strade marchigiane in uno degli appuntamenti più attesi dell'intera stagione: in fuga sin dai primi chilometri con Giacomo Berlato, Alessandro Tonelli e Gianni Moscon, le maglie bianco-rosso-verdi erano riuscite nell'intento di mettersi alle spalle la pericolosa nazionale australiana. A punire gli uomini della compagine trevigiana, però, ci ha pensato ancora una volta un incontenibile Robert Power che ha raggiunto la testa della corsa al suono della campana e all'ultimo chilometro ha piazzato una irresistibile accelerazione proprio sulle rampe dell'ormai famoso "muro" di Capodarco lasciando sui pedali un generosissimo Gianni Moscon che ha chiuso così in seconda posizione. Ottava piazza, invece, per Alessandro Tonelli.

"Contro questo Power era impossibile fare di più quest'oggi" ha spiegato al termine della gara il ds Gianni Faresin "I nostri ragazzi sono stati molto bravi e generosi. Hanno corso in maniera diligente ed erano riusciti a sorprendere anche Robert Power. Gli australiani, però, nel finale di gara hanno dimostrato di avere una marcia in più e non ci resta che accettare il verdetto della strada. Per Moscon, che è stato il primo degli italiani al traguardo, si tratta comunque di un secondo posto di grande valore che ne conferma la crescita anche sul piano internazionale. Bene anche Tonelli, Berlato e tutto il resto del team che sono stati comunque tra i più brillanti in gara".