Gianni Moscon, rivincita internazionale

Sabato 4 Ottobre

 Quella caduta sul circuito di Ponferrada, a pochi chilometri dalla possibilità di giocarsi la medaglia d'oro ai campionati del mondo under 23, non l'aveva digerita. Alla prima possibilità utile, al Piccolo Giro di Lombardia di Oggiono (Lc), Gianni Moscon è riuscito a prendersi una clamorosa rivincita conquistando l'internazionale che ha fatto da prologo alla classica World Tour che domani impegnerà sulle strade lombarde i big del ciclismo mondiale. Una gara di assoluto primo piano quella che ha visto al via diversi protagonisti della sfida iridata di Ponferrada e che è stata decisa da una fuga di una ventina di atleti che comprendeva anche Gianni Moscon, Andrea Toniatti, Andrea Garosio e Alessandro Tonelli. Nel finale di corsa, sull'ultima ascesa di giornata, a prendere il largo sono stati Gianni Moscon e il belga Dylan Teuns, inseguiti a pochi secondi di distanza dal francese Pierre Roger Latour. Nello sprint a due, sul pavè di Oggiono (Lc), ad avere la meglio è stato proprio il ventenne trentino della Zalf Euromobil Désirée Fior che ha colto così la seconda affermazione stagionale, la prima internazionale dopo le partecipazioni in azzurro al Tour de l'Avenir e ai Campionati del Mondo. Alle spalle di Moscon, Andrea Toniatti ha conquistato la sesta piazza mentre Alessandro Tonelli e Andrea Garosio hanno chiuso rispettivamente al quindicesimo e al sedicesimo posto. "Sapevo di stare bene e volevo chiudere in bellezza la mia stagione" ha spiegato Gianni Moscon, soddisfatto dopo il traguardo "Quando nel finale mi sono ritrovato solo con Teuns ho capito che poteva essere la volta buona e ho pensato che non potevo proprio perdere questa volata. Vincere questa classica è stato bellissimo: voglio ringraziare la squadra per avermi aiutato in tutti questi mesi e i miei compagni che anche oggi sono stati fondamentali per strappare questo risultato". In un sabato marchiato Zalf Euromobil Désirée Fior è stato Nicola Toffali a conquistare uno straordinario poker stagionale che è valso anche la 54^ vittoria del 2014 per la compagine trevigiana: il veronese, infatti, si è imposto nella 75^ Coppa San Vito corsa a San Vito al Tagliamento (Pn). La gara friulana ha fatto registrare il predominio delle maglie bianco-rosso-verdi che hanno portato Toffali e Zhupa a giocarsi il successo in una volata a tre con il vicentino Christian Grazian (Team Friuli). Alla vittoria di Toffali si è aggiunta la medaglia d'argento di Eugert Zhupa, il quarto posto di Federico Zurlo, il quinto di Nicolas Marini, il sesto di Daniele Cavasin e il settimo di Gianluca Milani. "Anche oggi abbiamo corso da vera squadra" ha commentato il team manager Luciano Rui "Vincere non è mai facile, specie quando si parte con i favori del pronostico ma i ragazzi sono stati bravi a non perdere mai il controllo della corsa e a portare Toffali e Zhupa nelle condizioni ideali per finalizzare il lavoro svolto nella prima parte di gara". Domani la Zalf Euromobil Désirée Fior osserverà un turno di riposo per riprendere a pieno ritmo martedì con il circuito di Calvatone (Mn) e la Coppa Città di San Daniele a San Daniele del Friuli (Ud).