Taino: capolavoro di Simone Bevilacqua!

Sabato 29 Aprile

Un finale esaltante ed incerto sino all'ultimo colpo di pedale quello che ha deciso la sfida varesina di Taino: a festeggiare la vittoria è stato il marosticense Simone Bevilacqua (Zalf Euromobil Désirée Fior), avvantaggiatosi in compagnia di Covi (Colpack) e Vlasov (Viris) nelle fasi finali. Il portacolori della formazione trevigiana è stato bravo a recuperare l'attacco tentato da Vlasov a tre chilometri dal traguardo, impostando un lungo sprint che gli ha consentito di precedere nettamente i compagni d'avventura e di tenere a bada la rimonta del gruppoo.

Per Simone Bevilacqua si tratta della seconda affermazione stagionale dopo quella centrata ad inizio marzo a Mareno di Piave (Tv), l'ottava del 2017 per la Zalf Euromobil Désirée Fior.

Il 7° Trofeo Corri per la Mamma è stato animato sin dalle battute iniziali dai ragazzi diretti da Luciano Rui, Gianni Faresin e Ilario Contessa con il giovane Matteo Zurlo che ha accelerato il passo dopo pochi chilometri in compagnia di Konichev e Koberniak; una volta ripresi gli attaccanti della prima ora è uscita la brillantezza e la classe di Bevilacqua che ha preso la testa della corsa senza più lasciarla sin sulla fettuccia d'arrivo.

"Da uno a dieci, oggi sono felice cento," ha spiegato dopo la premiazione Simone Bevilacqua. "Il percorso si addiceva alle mie caratteristiche. Posso dire che queste siano, un po', le mie corse. Dopo essere riuscito a rientrare sui battistrada con altri corridori con Covi e Vlasov abbiamo allungato, andandocene. Sulla carta, forse, ero il più veloce, ma sia io che Covi siamo arrivati con i crampi, quindi questo vuol dire che eravamo stanchi e che la fatica si è fatta sentire. Vorrei dedicare questa vittoria a Michele Scarponi," aggiunge con un velo di tristezza negli occhi. "Una persona eccezionale. La sua scomparsa è una perdita gravissima. Poi per questo risultato vorrei ringraziare la mia famiglia e, naturalmente, la mia squadra e gli sponsor."