Zanoncello! La San Geo torna alla Zalf 23 anni dopo!

Sabato 22 Febbraio

Subito brillanti, subito vincenti: la Zalf Euromobil Désirée Fior torna ad imporsi sul traguardo della Coppa San Geo a distanza di 23 anni. L'ultimo uomo in casacca bianco-rosso-verde a conquistare la classica bresciana d'apertura del calendario nazionale degli Elite-Under 23 era stato Matteo Frutti nel lontano 1997; oggi a ripetere l'impresa, tagliando per primo la linea d'arrivo di Ponte San Marco (Bs), ci ha pensato uno stratosferico Enrico Zanoncello.

Spettacolare il comportamento lungo tutti i 157 chilometri di gara dei ragazzi della Zalf Euromobil Désirée Fior, diretti nell'occasione da Ilario Contessa, che hanno saputo controllare ogni tentativo di fuga, prima inserendo Yuri Colonna e Stefano Gandin nell'azione a 19 che ha caratterizzato la prima parte di gara, e poi chiudendo su ogni tentativo di allungo sin sul rettifilo d'arrivo. Perfetto anche il treno che ha spianato la strada a Zanoncello che è stato bravo ad imporsi nettamente allo sprint davanti a Filippo Bertone (Iseo) e Francesco Di Felice (Sangemini).

"Non pensavo di essere così brillante sin dalla prima gara anche se con il passare dei chilometri sentivo di stare molto bene. I miei compagni hanno fatto un lavoro impeccabile nel controllare ogni fuga e sono felice di averli ripagati con questa prima vittoria" ha spiegato dopo il traguardo un Enrico Zanoncello evidentemente felice. "Il treno è stato perfetto e mi ha portato sino agli ultimi 200 metri: quando ho visto lo striscione d'arrivo ho pensato solo a scaricare tutte le energie sui pedali e nessuno è riuscito più a rimontarmi. Questa vittoria è dedicata ai ragazzi di questa fantastica famiglia con cui ci siamo divertiti in allenamento in questi mesi e oggi abbiamo regalato spettacolo e centrato un successo memorabile" ha concluso Zanoncello.

Prima in ammiraglia in questo 2020 e prima vittoria anche per il ds Ilario Contessa: "Tutto è andato come avevamo previsto. Tutta la squadra ha girato al meglio controllando ogni fase di gara: nel finale ho visto un treno perfetto lanciare una volata splendida a Zanoncello. E' stata una emozione unica per i ragazzi e anche per me: meglio di così il nostro 2020 non poteva davvero iniziare".

Nell'altro impegno odierno la Zalf Euromobil Désirée Fior è stata altrettanto protagonista: nella 33^ Firenze-Empoli, infatti, le casacche bianco-rosso-verdi hanno dominato il finale di gara che si è deciso con uno sprint di una cinquantina di atleti. In volata ottimo secondo posto per Kevin Bonaldo a cui si è aggiunto il quinto di Luca Colnaghi ed il decimo di Lorenzo Quartucci.

Bilancio positivo dunque per la compagine presieduta dai patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior al termine della prima giornata di gare. A tracciarlo è il team manager Luciano Rui che ha siglato così la vittoria numero 1001 alla guida della Zalf Euromobil Désirée Fior: "Sapevamo di poter contare su di un gruppo molto competitivo su tutti i terreni ed oggi sono arrivate delle conferme preziose. In più possiamo festeggiare la prima vittoria della stagione e questo ci consentirà di correre con molta meno pressione già a partire da domani. La stagione è ancora lunga ma possiamo dire di essere partiti con il colpo di pedale giusto".

Domani la Zalf Euromobil Désirée Fior tornerà in gruppo per il tradizionale Gp De Nardi che si correrà a Castello Roganzuolo (Tv).