Allenamenti, racconti, esperienze e programmazione: completato il ritiro

Venerdì 19 Giugno

Si è concluso quest'oggi il mini-raduno allestito dalla Zalf Euromobil Désirée Fior presso il quartier generale dell'Hotel Fior di Castelfranco Veneto (Tv).

Tre giorni di lavoro intenso per lo staff e i 15 atleti che compongono la rosa 2020 di patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior: dalla manutenzione delle biciclette ai briefing di programmazione degli allenamenti per il prossimo mese passando per i test sierologici e di valutazione fisica, sono stati molti i momenti che hanno caratterizzato il primo raduno post Covid-19 del team trevigiano.

Tante anche le esperienze raccontate dai ragazzi in casacca bianco-rosso-verde: dalla paura per il Coronavirus di chi, come Filippo Tagliani, ha vissuto la drammaticità di essere in prima linea a Brescia, all'emozione degli esami di maturità in versione del tutto inedita superati brillantemente da Samuel Slomp ed Edoardo Zambanini. Senza tralasciare le iniziative estreme di Luca Colnaghi che nelle scorse settimane si è cimentato prima in una 12 ore no-stop sui rulli e poi sull'everesting in solitaria, fino alla voglia di ripartire di Enrico Zanoncello, con due vittorie all'attivo e ancora imbattuto in questo 2020. A questi racconti si sono aggiunte le suggestioni di transitare in ricognizione sul percorso del Campionato Italiano Professionisti che nel prossimo mese di agosto dovrebbe vedere al via anche gli atleti della categoria elite in casacca Zalf Euromobil Désirée Fior.


"Ritrovarci è stata una bella emozione e, soprattutto, ci ha permesso di ricreare l'ambiente giusto per porre le basi in vista della ripresa che noi tutti auspichiamo avvenga presto" ha commentato il team manager Luciano Rui, al termine del ritiro. "Ora attendiamo notizie certe dalle autorità competenti e dalla FCI su quando potremo effettivamente tornare a correre: tutti noi, atleti e tecnici, abbiamo bisogno di certezze per poter programmare il ritorno alla normalità".

Soddisfatti del lavoro svolto con i propri atleti anche i ds Ilario Contessa, Mauro Busato e Fabio Mazzer: "In questi tre giorni era importante riannodare il filo con l'ottimo lavoro che avevamo svolto nei mesi invernali e che ci aveva portato ad iniziare la stagione con il piede giusto. Siamo ripartiti dai test di valutazione che hanno dato delle buone risposte se consideriamo che i valori sono in linea con quelli di inizio stagione nonostante uno stop forzato così lungo. Poi, considerato l'esito negativo di tutti i test sierologici, abbiamo potuto anche svolgere due allenamenti insieme su strada che sono stati molto utili per ritrovare il giusto feeling di gruppo. Ora la preparazione proseguirà in maniera individuale in attesa che vengano confermate le anticipazioni sulle prime gare del 2020" hanno confermato i tecnici.

Il primo ritiro di allenamento post-Coronavirus è stata anche l'occasione per la realizzazione di un documentario video che verrà pubblicato sui profili social del team nonchè sui più importanti portali dedicati al ciclismo per raccontare la ripresa delle attività del team.