Giro del Veneto: Matteo Zurlo passa la leadership a Riccardo Verza

Venerdì 2 Luglio

La Montegrotto Terme - Trissino, quarta tappa del Giro del Veneto 2021 ha visto ancora una volta grandi protagonisti i ragazzi della Zalf Euromobil Désirée Fior. Dopo i primi 50 chilometri di gara, infatti, sono stati proprio Giulio Masotto, Matteo Zurlo, Stefano Gandin, Riccardo Verza ed Edoardo Faresin a promuovere la bagarre che ha ridotto ad una quarantina di unità il gruppo di testa.

Nel finale di tappa, Verza e Gandin si sono avvantaggiati insieme ad un'altra decina di atleti che si sono giocati il successo di tappa sul muro di Trissino. Ad avere la meglio è stato il belga Elias Maris con Stefano Gandin che ha chiuso in quarta posizione e Riccardo Verza in sesta.

Al termine della tappa odierna la leadership della Zalf Euromobil Désirée Fior è ulteriormente rafforzata: Riccardo Verza guida la corsa con 1'07" su Matteo Zurlo e 3'31" sul belga Elias Maris. Oltre alla maglia amaranto che è sulle spalle di Verza, la squadra dei patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior ora veste anche la maglia ciclamino della classifica a punti e quella verde dei GPM con Stefano Gandin e quella gialla dei Traguardi Volanti con Matteo Zurlo.

Entusiasmo alle stelle per tutto il team. A parlare, dopo le premiazioni è Riccardo Verza: "Oggi è stata una tappa con molti scatti e non è stato facile indovinare quello giusto. Ci sono riuscito e poi qui sul circuito finale ad ogni passaggio restavamo sempre meno. Mi dispiace aver tolto la maglia al mio compagno Matteo Zurlo ma sapevamo che oggi avrebbe potuto andare così. Il Giro del Veneto non è ancora finito, anche domani ci sarà da faticare, l'importante è che vinca la squadra".

Domani l'ultima tappa in programma da Sospirolo a Falcade emetterà i verdetti finali del 29° Giro del Veneto.