Anche Alex Tolio stacca il biglietto per i prof

Lunedì 6 Settembre

Dopo Gabriele Benedetti, anche Alex Tolio può festeggiare per aver staccato il biglietto per il professionismo.

L'atleta 21enne vicentino che quest'anno con la maglia della Zalf Euromobil Désirée Fior ha conquistato un successo alla Strade Bianche di Romagna, due secondi posti e una medaglia di bronzo sul prestigioso traguardo di Capodarco (Fm) nel 2022 vestirà infatti i colori della Bardiani CSF Faizanè.

Per la formazione dei patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior si tratta del 121 atleta consegnato al professionismo che conferma una volta di più la bontà del lavoro svolto all'interno della compagine trevigiana per la crescita dei giovani talenti del pedale italiano.

"Alex dopo essere approdato con noi tra gli Under 23 nel 2019 è tornato a vestire i nostri colori quest'anno confermando a suon di ottime prestazioni di essere maturato e di meritare il lasciapassare per la massima categoria" ha osservato il Presidente Egidio Fior. "Nel ciclismo moderno è sempre più difficile portare avanti la mission che ci siamo assunti sin dal 1982 ma ogni volta che un nostro atleta taglia questo traguardo per noi è una vittoria bellissima. Alex ci ha regalato anche quest'anno delle grandi soddisfazioni e ora non possiamo che fargli i nostri migliori auguri per questa nuova avventura tra i professionisti".

“Passare professionista era l’obiettivo che mi ero posto. In tutte le categorie ho avuto una crescita graduale frutto anche dell’ottimo ambiente in cui mi sono trovato, non ultimo il team Zalf. Ho già avuto modo di confrontarmi con i professionisti, con la maglia della nazionale, alla recente Coppi e Bartali e questo mi ha dato ancora più motivazione a far si che questo diventasse il mio mondo. La vittoria di quest’anno alla Strade Bianche mi ha dato molta più consapevolezza nei miei mezzi e non vedo l’ora di potermi confrontare con i miei compagni più esperti, come Battaglin e Visconti, per mettermi prima di tutto al loro servizio e imparare da loro per poi potermi ritagliare i miei spazi. Sono grato ai Reverberi per avermi dato fiducia, così come il mio ringraziamento va anche a Gianni Faresin mi è sempre stato vicino e ha creduto in me, tirando fuori il meglio che potevo dare e ovviamente a Egidio Fior che ha creduto in me per primo venendomi a cercare, oltre ai fratelli Lucchetta che portano avanti con passione questo progetto che permette a tanti giovani di crescere" ha commentato con entusiasmo Alex Tolio.