Road to the future: Riccardo Verza e il biglietto per il professionismo

Mercoledì 16 Febbraio

Un'altra stagione in Zalf per Riccardo Verza: il talento padovano di Este, classe 1997, è stato protagonista della presentazione ufficiale dello storico team dei patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior che si appresta ad affrontare la propria quarantunesima stagione.

Per Verza, che nel 2021 ha conquistato tre successi di assoluto prestigio come il Gp di Kranj in Slovenia, l'Astico-Brenta e il Gp Cuoio e Pelli ed è stato protagonista al Giro del Veneto, l'obiettivo è uno solo: staccare finalmente il biglietto per il professionismo. "Lo scorso anno ho ottenuto risultati importanti ma non sono bastati per aprire la porta del professionismo. Nonostante la delusione, mi sono confrontato con lo staff della Zalf che mi ha confermato piena fiducia e ho deciso di riprovarci nel 2022. La determinazione e la voglia di fare bene ci sono tutte, al mio fianco ho una squadra giovane ma sulla carta molto competitiva e questo sarà certamente uno stimolo in più per fare bene".

Verza, figlio d'arte, è il più maturo degli atleti che compongono la rosa affidata alla guida tecnica di Gianni Faresin, Mauro Busato e Filippo Rocchetti con la supervisione del team manager Luciano Rui: "In questi mesi invernali ci siamo allenati con continuità e spesso in gruppo. Questo ha aiutato a creare il giusto spirito di squadra e sono convinto che potremo fare bene sin dai primi appuntamenti della stagione".

Il debutto è già fissato per sabato 26 febbraio alla Coppa San Geo e, al riguardo, Verza sembra avere già le idee chiare: "Inutile nasconderlo, partiamo per vincere. La prima gara della stagione è sempre un'incognita ma noi ci faremo trovare pronti".



Intervista pubblicata sul Mattino di Padova del 14.02.2022