< indietro

Calendario
Agosto 2013

Giovedì 08.08.2013

30° Trofeo Sportivi di Briga

Briga Novarese (No)

La storia recente del Muro di San Colombano a Briga Novarese (No) si è tinta più volte dei colori della Zalf Euromobil Desirèe Fior: le vittorie di Simone Ponzi (2007), Daniel Oss (2008) ed Enrico Battaglin (2011) sono ancora negli occhi dei tifosi bianco-rosso-verdi (lo testimonia il sondaggio lanciato oggi pomeriggio sulla pagina Facebook del team trevigiano e sommerso di post in pochi minuti), ma la doppietta confezionata quest'oggi da Gianluca Milani e Andrea Zordan è destinata ad entrare nella storia.

Dopo il successo di Nicolas Marini a Caselle di Sommacampagna (Vr), l'uno-due di Milani e Zordan ha confermato una volta di più lo straordinario momento di forma dei ragazzi diretti da Gianni Faresin. A Briga, infatti, la Zalf Euromobil Desirèe Fior ha dato l'ennesima prova di forza, controllando tutti i 161 chilometri in programma, nonostante il maltempo che ha accompagnato l'intera corsa: la lunga fuga solitaria di Toniatti che ha costretto il resto del gruppo ad inseguire per diversi chilometri ed il lavoro del treno composto da Simion, Leonardi, Cavasin, Tonelli e Garosio fino all'imbocco del Muro di San Colombano sono state le mosse vincenti che hanno permesso al team trevigiano di lanciare la progressione vincente di Milani e Zordan.

L'atleta che si è guadagnato il titolo di "genio" conquistando il suo primo successo stagionale a Vinci (Fi), ha sfruttato la propria esperienza "Nel 2011, quando vinse Battaglin davanti ad Agostini, io facevo parte del treno che li pilotò sino all'imbocco del muro finale. Oggi la squadra ha puntato su me e Zordan e sono felice di questa vittoria" ha raccontato un entusiasta Gianluca Milani che, dopo aver messo in saccoccia il suo secondo successo personale in questo 2013, ha aggiunto "La dedica è per i miei compagni di squadra, per i direttori sportivi e per patron Gaspare Lucchetta ed Egidio Fior. Domenica correrò a Poggiana, sulle mie strade di casa, se avrò la stessa condizione di oggi, darò il massimo per realizzare un altro sogno".