Battaglin guida la Zalf al Tricolore

Lunedì 21 Giugno

Sarà Enrico Battaglin la punta della Zalf ai prossimi campionati italiani che si correranno giovedì e venerdì sulle strade della Marca trevigiana: il vicentino, tornato ieri sera dal GiroBio che dopo la sfortunata caduta di Ghedi, gli ha lasciato in dotazione la maglia etica messa in palio dagli organizzatori dell’Eroica con il patrocinio della fondazione Bartali, stamane è tornato ad uscire sulle strade di casa "Ho recuperato dalle botte di domenica scorsa, nelle ultime tappe ho ritrovato anche una buona condizione che mi fa ben sperare in vista della gara di venerdì; ho percorso qualche decina di chilometri questa mattina per una seduta di recupero attivo e anche nei prossimi giorni la parola d’ordine sarà recuperare energie preziose, l’allenamento posso dire di averlo fatto al GiroBio."

Un riconoscimento importante, quello consegnato con la maglia amaranto sul podio di Gaiole in Chianti, ad Enrico Battaglin: chiara la motivazione, unanime la scelta degli organizzatori che hanno voluto premiare "l’uomo del monte" perchè "Partito con ambizioni di vittoria non si è lasciato scoraggiare dopo la tremenda caduta di Ghedi; anzi ha proseguito la corsa accettando di buon grado ogni risultato e dando il massimo per raggiungere ogni giorno il traguardo nonostante il dolore causato dalle botte subite."

A lui dunque la maglia Etica, come modello di un gruppo che ha trascorso 10 giorni all’insegna della trasparenza e del rispetto delle regole "Uno dei momenti più belli di questo GiroBio" racconta il vicentino "L’ho vissuto ieri mattina quando, prima del via ufficiale ci siamo fermati per porgere un saluto alla moglie di Gino Bartali e Giancarlo Brocci, il patron della corsa, mi ha chiesto di portare un mazzo di fiori alla signora Bartali come rappresentante del gruppo. Mi sono sentito onorato di entrare in casa di un grande campione che ha scritto la storia del ciclismo come Gino Bartali."

Al fianco di Battaglin, venerdì, ci saranno altri due vicentini che hanno già annunciato di voler mettersi in luce al campionato italiano: Marco Canola e Andrea Pasqualon, che dopo la convincente prova di Stallavena hanno spiegato che quello di venerdì sarà un campionato italiano tutto particolare "Ci teniamo a fare bene perchè si corre dalle parti della sede del Gruppo Euromobil, è come correre in casa per noi e questo ci da una motivazione in più per provare a conquistare quella maglia in palio". Sarebbe la 16^ della storia della Zalf, a due anni di distanza da quella ottenuta da Simone Ponzi in quel di Lavagna.

Il programma tricolore, per la Zalf, si aprirà però già giovedì con la prova degli elite senza contratto "In gara avremo Busato e Bontorin che potrebbero fare molto bene sul tracciato pianeggiante di Motta di Livenza; poi venerdì oltre al trio vicentino potremo contare anche su Cecchinel, Agostini e Zanco che hanno dimostrato di essere in grande forma, l’importante sarà arrivare freschi negli ultimi chilometri, poi là dovremo giocarci bene le nostre chanche" ha commentato Luciano Rui.


Questo il programma dei prossimi campionati italiani:

Giovedì 24 Giugno - CAMPIONATO ITALIANO ELITE S.C. - Motta di Livenza (Tv)
In gara: Matteo Busato e Federico Bontorin

Venerdì 25 Giugno - CAMPIONATO ITALIANO UNDER 23 - Pieve di Soligo (Tv)
In gara: Andrea Pasqualon, Enrico Battaglin, Marco Canola, Giorgio Cecchinel, Stefano Agostini, Diego Zanco
Riserve: Alberto Cecchin, Sonny Colbrelli, Matteo Collodel e Matteo Marcolin