Battaglin, l’uomo del Monte colpisce al Regioni!

Lunedì 26 Aprile

C’era aria di delusione questa mattina nel quartier generale di Salvarosa di Castelfranco Veneto, dopo i piazzamenti ottenuti dai ragazzi della Zalf nel fine settimana appena trascorso, ma è bastato aspettare qualche ora per ritrovare euforia ed entusiasmo. La vittoria è arrivata, eclatante e spettacolare da un palcoscenico d’oro come quello del Giro delle Regioni: a regalarla Enrico Battaglin che da oggi si è conquistato il titolo di "uomo del monte".

Il vicentino, infatti, ha ottenuto oggi a Montefiascone (Vt) con la maglia della nazionale italiana, nella prima tappa del Giro delle Regioni la sua seconda vittoria stagionale: un successo che arriva a poco più di un mese dalla prima perla infilata a Montecassiano lo scorso 21 marzo; come a dire, quando c’è il "Monte" di mezzo, Battaglin diventa imbattibile.

"Monte" o no, il ragazzo di Molvena (VI), classe 1989, aveva già dimostrato di possedere le doti del campione: a fine marzo, infatti, era giunto ad un passo dalla conquista della Piccola Sanremo, quando una brutta caduta lo tolse di mezzo proprio in vista del traguardo; al rientro, poi, aveva centrato un sensazionale secondo posto al Palio del Recioto. Risultati che avevano convinto il ct Marino Amadori a schierarlo al via del Regioni con la maglia azzurra, una fiducia ampiamente ripagata.

A raccontare il successo odierno è lo stesso Enrico, già sulla strada verso Bagno di Romagna, dove domani si disputerà la seconda e ultima tappa del Giro delle Regioni 2010 "E’ stata una corsa molto tirata, nell’ultima delle due tornate piccole a Montefiascone sono riuscito a riportarmi sul gruppetto di testa dove c’era lo sloveno Jan Tratnik; lui ha allungato guadagnando 15". Quando sull’ultima salita ho visto che gli altri erano stanchi ho attaccato e sono rientrato sul battistrada a 3 km dall’arrivo. Ci siamo dati alcuni cambi e poi ci siamo giocati il successo in volata, sapevo di essere più veloce e sono riuscito a precederlo nettamente."

Una volata che ha regalato a Battaglin, oltre alla maglia di leader della classifica generale, anche un preziosissimo secondo da difendere domani sul traguardo di Bagno di Romagna "Guardando ai chilometri percorsi si potrebbe dire che il 50% è stato fatto, ma i giochi per la vittoria finale sono ancora apertissimi: saranno pericolosi anche gli atleti che sono giunti con il gruppo ad una quarantina di secondi, perchè domani il percorso si annuncia decisamente impegnativo." confida Battaglin che conclude la sua analisi aggiungendo "Io dalla mia avrò questa maglia che certamente mi dà tutte le motivazioni giuste per provare a portare a casa questo giro, sarebbe stupendo."