Agostini rompe il ghiaccio a S. Vendemiano

Domenica 30 Maggio

E’ stata un’azione d’altri tempi a far riassaporare a Stefano Agostini il sapore della vittoria: questa l’impresa che il ragazzo di San Martino di Lupari ha confezionato a San Vendemiano in compagnia di Enrico Battaglin e di un ex-zalf come Andrea Vaccher.

In tre hanno salutato la compagnia del gruppo nel corso della quinta tornata: un plotone agguerrito che però non li ha più rivisti, cedendo la scena al terzetto dei battistrada. Nel finale di gara, il gioco di squadra premia Agostini, con Battaglin che si dimostra una valida spalla in grado di sfiancare prima la resistenza di Vaccher e di contenerne poiil ritorno negli ultimi chilometri.

"Enrico è un grande e la Zalf è davvero una famiglia fantastica!" ha esultato Stefano Agostini dopo il traguardo, felice per essersi liberato dalla maledizione che non lo vedeva vincere ormai da troppo tempo "Questo successo ci voleva per guardare avanti con fiducia, grazie a tutti i compagni di squadra che mi hanno aiutato e allo staff che ha creduto in me, da oggi inizia una seconda stagione per me".

Non è andata altrettanto bene a Faenza: sul traguardo che ospitava l’ultima tappa del Giro delle Pesche Nettarine, infatti, è stato Matteo Fedi (Hopplà) a trovare l’allungo vincente sorprendendo anche gli zalfini che dopo la doppietta centrata da Colbrelli e Pasqualon si sono dovuti "accontentare" di chiudere con la sesta posizione di Colbrelli in classifica generale.