Benfatto rompe il ghiaccio, Battaglin e Costanzi a terra

Domenica 13 Giugno

E’ stata un’altalena di emozioni questo 13 giugno per la Zalf Desirèe Fior: da una parte, sulla strada della marca, la gioia per un ritrovato Marco Benfatto, nuovamente leader degli sprint. A Villorba, il padovano di Sant’Eufemia di Borgoricco torna a sorridere grazie ad uno sprint di rabbia che gli consente di precedere sulla fettuccia bianca l’esperto Alessandro Bernardini e il promettente Filippo Fortin. Festa grande per la vittoria di Benfatto, l’unica ruota veloce della Zalf che era ancora a secco in questo 2010 "Non abbiamo mai perso la fiducia in Marco, anzi: i risultati sono sempre arrivati, purtroppo gli mancava l’acuto vincente che è tornato a galla qui a Villorba; era ora, da oggi inizia tutta un’altra stagione per lui" ha commentato Gianni Faresin che ha pilotato i suoi ragazzi alla conquista del 23° alloro stagionale.

Note dolenti, invece da GiroBio: dopo le due medaglie di bronzo conquistate da Battaglin a Cairo Montenotte e da Gomirato a Salsomaggiore Terme nei primi due giorni di gare, è arrivata quest’oggi la prima battuta a vuoto nella volata a ranghi compatti che ha scritto l’epilogo della terza frazione con arrivo a Ghedi (Bs). Ma le notizie peggiori per gli zalfini sono quello raccontate dal bollettino medico: Ai 200 metri dal traguardo, infatti, Battaglin e Costanzi sono rimasti coinvolti in una spaventosa maxi-caduta. Per entrambi ricovero immediato in ospedale e primi accertamenti che hanno escluso fratture e gravi traumi: rimangono però le botte e diverse abrasioni su tutto il corpo sia per Battaglin che per Costanzi. Acciacchi che non rendono ancora certa la presenza al via dei due zalfini domani da Peschiera del Garda (Vr).

"Vedremo come passerà questa notte" ha commentato Luciano Rui "Speriamo che Enrico ed Edoardo riescano a recuperare dalle botte anche se ne hanno rimediate tante: domani mattina decideremo se schierarli al via o se ritirarli per consentire loro di recuperare con calma dagli infortuni."