Cecchin a segno nel giorno più triste

Martedì 14 Settembre

Se a Custoza (Vr), Marco Canola non è riuscito a bissare il successo ottenuto lo scorso anno da Andrea Pasqualon chiudendo al quarto posto una prova ancora una volta molto generosa, c’è riuscito Alberto Cecchin a Loro Ciuffenna (Ar): la giornata non è comunque di festa per i colori della Zalf Desirèe Fior, visto che a gelare gli entusiasmi è arrivata la notizia che nessuno avrebbe voluto ricevere dall’ospedale di Udine, nel quale era ricoverato Thomas Casarotto.

Il ragazzo che aveva debuttato con la maglia della Zalf Desirèe Fior, infatti, è stato dichiarato morto nella serata di oggi; l’ultima gioia, Thomas, l’aveva assaporata il 5 settembre 2009 con addosso la maglia della Zalf:"Venerdì in corsa non ci siamo resi conto della gravità dell’incidente occorso a Thomas, solo in questi giorni abbiamo realizzato cos’era successo" racconta Luciano Rui "Casarotto aveva corso con noi lo scorso anno, vederlo andarsene così prematuramente è un dolore profondo. Il ciclismo era la sua passione, voglio credere che se ne sia andato con il sorriso sulle labbra, lo stesso che aveva quando saliva in sella. Dopo la vittoria di Milani, anche oggi il pensiero di Alberto Cecchin è stato per Thomas."

Toccati profondamente dal lutto che ha colpito l’intero mondo del pedale, i dirigenti, gli atleti e i tecnici della Zalf Desirèe Fior colgono l’occasione per porgere le più sentite condoglianze alla famiglia Casarotto.